Imola Living Lab. “Obiettivo partnership su sicurezza stradale e mobilità sostenibile. Autodromo hub energia da fonti rinnovabili”

17 Novembre 2021 – A settembre a Ginevra una delegazione di Imola guidata dall’assessore all’autodromo Elena Penazzi era stata chiamata a partecipare al Global Forum for Road Traffic Safety per presentare il progetto “Imola Living Lab” che parte dall’autodromo Internazionale “Enzo e Dino Ferrari” e si lega alla città di Imola, Formula Imola, Con.Ami, Regione Emilia-Romagna e Università di Bologna attraverso un hub di innovazione e formazione incentrato sui temi della sicurezza stradale, della sostenibilità e dell’inclusività.

Questo pomeriggio Imola Living Lab torna in autodromo con un seminario che si propone “l’obiettivo di delineare una multi-partnership in grado di contribuire in modo significativo agli aspetti della sicurezza stradale e della mobilità come fattori di crescita. Il tutto nell’ottica dei principi dell’agenda 2030 delle Nazioni unite” e questo come spiegato fin dal primo appuntamento da Elena Penazzi e Elisa Spada – esplorando “la possibilità di portare l’autodromo di Imola a divenire un Ped, ovvero Positive Energy District. Uno dei temi portanti è quello delle fonti di energia rinnovabile e il circuito (che tornerà a ospitare le gare di F1 dal 2022), produce già energia da fonti rinnovabili attraverso il grande impianto fotovoltaico di circa 2500mq con una potenza di 297kwp, presente sia sulla copertura del museo ‘Checco Costa’, sia sulla copertura delle tribune poste di fronte all’arrivo. In progetto c’è la volontà di realizzare un nuovo impianto fotovoltaico, incrementando la produzione di energia da fonti rinnovabili per la gestione di eventi “Carbon Neutral” e di mettere poi disposizione questa energia per alimentare la mobilità elettrica cittadina attraverso colonnine di ricarica”.

I lavori saranno aperti da Jean Todt, presidente della Fia (Federazione Internazionale dell’automobile) e inviato speciale Onu per la sicurezza stradale. Il sindaco di Imola Marco Panieri in compagnia di Gian Carlo Minardi, presidente Formula Imola, Fabio Bacchilega, presidente Con.Ami e l’assessore Andrea Corsini darà il benvenuto ai partecipanti e il via ai panel dove Elena Penazzi e le altre relatrici per Imola a Ginevra, Elisa Spada assessora all’ambiente e mobilità sostenibile e la prof.ssa Valeria Vignali per l’Università di Bologna illustreranno Imola Living Lab e gli sviluppi futuri per il territorio imolese.

Tra gli altri relatori del seminario Valentina Iurato del Ministero delle Infrastrutture; Luciana Iorio, presidente del Global Forum for Road Traffic safety, Maria Giuseppina Lecce del Ministero della salute, Pietro Benvenuti, Direttore Formula Imola, Marco Gasparri – Istituto di Montecatone, Silvia Rossi del Clust ER-BUILD. Da segnalare inoltre “Global vision della sicurezza, sostenibilità ed inclusività: sinergie per l’Imola Living Lab” con Jeff Michael della Johns Hopkins University, Rohit Baluja, presidente Institute of Road Traffic Education a Delhi e Michalis Adiamantades di EuroMed Transport Support Project

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
X