Modena, da oggi fino al 4 luglio, torna a ospitare il Motor Valley Fest. La terza edizione della manifestazione, dopo l’appuntamento dell’anno scorso organizzato in streaming a causa del Covid, ritrova la presenza del pubblico nel rispetto delle misure anti-contagio. Chi non potrà essere presente fisicamente potrà seguire in modalità digitale la quattro giorni di vetrina per le più prestigiose case automobilistiche italiane con incontri e approfondimenti sulle tendenze del settore automotive e tanti eventi collaterali tra arte, cultura e le eccellenze enogastronomiche del territorio.

Taglio del nastro nel cortile d’onore di Palazzo Ducale, che ospiterà il ‘Villaggio”, dove sono esposte al pubblico le auto e le moto più iconiche dei brand della Motor Valley, mentre le piazze della città saranno il palcoscenico per le supercar e i gioielli di design e tecnologia del Made in Italy motoristico.

Per il sindaco Gian Carlo Muzzarelli “la rassegna conferma per Modena il ruolo di ‘capitale’ dei motori, un primato assicurato dall’eccezionale qualità dei veicoli che nascono in aziende del territorio come Ferrari, Maserati, Ducati, Lamborghini, Pagani, Dallara ed Energica. Si tratta di case automobilistiche e motoristiche di statura mondiale che investono nella ricerca, nell’innovazione e nello sviluppo di tecnologie sostenibili e rappresentano un volano per l’economia locale, per l’occupazione e per rafforzare le sinergie alla base di tante storie di successo condiviso, anche con l’obiettivo di continuare a generare valore per il territorio”, 

 Il programma della Motor Valley Fest prevede incontri, retrospettive, tributi e dibattiti dedicati al futuro dell’automobile tra cui spicca il Motor Valley Top Table con l’A.D. Ducati Domenicali; Horacio Pagani, fondatore Pagani Automobili;il direttore commerciale Ferrari Enrico Galliera, l’A.D. Dallara Andrea Pontremoli; il responsabile produzione Maserati Francesco Tonon e il CEO Lamborghini Stephan Winkelmann.

Tra gli altri appuntamenti da segnalare i festeggiamenti in Piazza Grande di Modena, per il decimo anniversario dalla Huayra Pagani, la presentazione della nuova Huayra R e l’esposizione di tre esemplari dell’edizione speciale Tricolore accanto alla mostra “Auto d’Autore” mentre Maserati – che espone la Ghibli Hybrid nel cortile dell’Accademia Militare e due MC20 a Piazza Roma – si occuperà di mobilità elettrificata, heritage, stile e darà la possibilità di prenotare un Factory Tour nello stabilimento modenese. In più l’anteprima mondiale della Levante Trofeo Fuoriserie Edition, realizzata in collaborazione con Massimo Bottura.

Non mancheranno il concorso d’eleganza “Cavallino Classic” e la famosa parata del venerdì con le inestimabili automobili emiliane in sfilata dalle curve dell’autodromo di Modena fino al centro città. Previsti eventi in pista anche negli autodromi di Varano e Misano.

Tanti testimonial e ospiti parleranno di veicoli a guida autonoma, transizione verso l’elettrico e la sua sostenibilità. Ci sarà un focus sul futuro delle corse e del motorsport e un incontro con i grandi maestri del design. Per gli universitari alla ricerca di un futuro torna anche “Innovation & Talents” con giovani studenti e le loro idee e i progetti di start-up innovative.

 

 

MM

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close