Ascoli Piceno è senza dubbio una delle città delle Marche in cui, più da vicino, si respira una vera tradizione motoristica. La storica gara automobilistica Paolino Teodori si è disputata per la prima volta nel 1962, con la cronoscalata “Ascoli- S. Marco”, valevole per la Coppa Italia. Da allora fino ai giorni nostri, si è svolta grazie all’impegno profuso dall’Automobile Club di Ascoli. Nel corso degli anni, la manifestazione motoristica ascolana ha avuto diversi cambiamenti (per ciò che riguarda soprattutto il tracciato percorso), ma il fascino di questa antica corsa e la sua validità tecnica sono rimaste immutate nel tempo. Ai giorni d’oggi, la manifestazione trova unanime apprezzamento fra piloti, tecnici e pubblico partecipante. Ricordiamo che la gara fra auto, ad ogni edizione, è seguita in media da circa 15-20 mila appassionati, che sono soliti posizionarsi lungo il percorso, creato ad hoc per rispondere a tutte le esigenze di spettacolarità e sicurezza. Il sindaco di Ascoli, Marco Fioravanti, è convinto che “l’adesione a Città dei Motori, la rete dei Comuni del made in Italy motoristico, ha consentito alla città di Ascoli di rinnovare e, in un certo senso legittimare, la sua antica tradizione motoristica”, perché – come aggiunge il sindaco del comune marchigiano – “l’Associazione ci consente di dare lustro alle mille attrattive della nostra città. Penso, in particolar modo, anche alle montagne che ci circondano che, grazie alle iniziative promosse da Città dei Motori, potranno avere un eccezionale sviluppo turistico”. Di fondamentale importanza, per il primo cittadino di Ascoli, è anche l’adesione al Piano Nazionale del Turismo Motoristico: “Il PNTM – sottolinea Fioravanti – rappresenta per noi uno straordinario volano di sviluppo locale, una grande opportunità per attrarre una quantità sempre crescente di turisti che condividono la nostra stessa passione per i motori”. Ma c’è dell’altro: “Grazie al Piano Nazionale del Turismo Motoristico e alla Città dei Motori – conclude il sindaco di Ascoli – siamo entrati finalmente a far parte di un circuito virtuoso di collaborazione tra altre realtà motoristiche presenti sul territorio nazionale. Un’occasione davvero imperdibile per rilanciare, in piena sinergia nazionale, un comparto, come quello del turismo, che qui da noi vuole ripartire con idee e progetti vincenti, dopo il difficile periodo della pandemia”.

fonte https://www.9colonne.it/295030/#.YBfG2S9aY0p

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close