Venerdì 27 maggio, presso lo stabilimento Ferrari spa di Maranello, si sono svolti il Consiglio direttivo e l’Assemblea dei Soci di Città dei Motori, convocati dal presidente e sindaco di Maranello Massimiliano Morini e dal Segretario Generale Danilo Moriero. Durante la giornata, sono stati approvati il bilancio di previsione per il 2016 e il consuntivo 2015, mentre l’Assemblea ha votato l’esclusione dalla Rete dei comuni di Pescara e Termini Imerese. Al centro degli incontri, il Progetto Rete Nazionale Città dei Motori, a cui partecipano 26 comuni della Rete (Torino, Monza, Modena, Castel D’Ario, Varano, Paglieta, Verrone, Ospedaletti, Pratola Serra, Arese, Atessa, Mandello del Lario, Maranello, Noale, Scarperia, Sant’Agata Bolognese, San Martino in Rio, Samarate, Fiorano Modenese, Nicolosi,  Pontedera, Castelfranco Emilia, Cento, Varese, Ascoli Piceno) e che proprio questa settimana prenderà il via da Maranello. Il progetto, che coinvolge con grande impegno i comuni soci e per il quale CdM ha siglato un accordo di programma con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, punterà alla massima valorizzazione del patrimonio motoristico italiano, attraverso sette azioni per l’incremento del turismo nei luoghi dove tale patrimonio risiede. Tra le iniziative, sono previsti un “Motor Web Museum”, un vero e proprio museo dei motori 2.0, lo sviluppo di applicazioni per la realtà aumentata, la creazione di un Ufficio informativo IAT tematico per CdM, la realizzazione di “Innovatour”, ovvero una serie di incontri nei comuni della Rete per approfondire lo stretto legame tra innovazione, motori e territorio, e uno sguardo all’Europa con l’European Road Show, una vetrina europea del progetto che punta allo sviluppo di collaborazioni con enti pubblici e privati di altri paesi. L’Assemblea ha inoltre esaminato la proposta per la realizzazione di una web serie su Città dei Motori.

Al termine dell’assemblea, i delegati si sono recati presso lo stabilimento Ferrari per una visita guidata, dove sono stati accolti dal responsabile stampa e pubbliche relazioni del Cavallino, Stefano Lai.

Chiara Ingrosso

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close