E’ stato firmato il 23 dicembre presso il Ministero dello Sviluppo economico l’accordo che salva lo stabilimento Fiat di Termini Imerese. Hanno siglato il documento il ministro Federica Guidi, i rappresentanti di Blutec, di Fiat/Fca e del Ministero del Lavoro, l’assessore alle Attività Produttive della Regione Siciliana Linda Vancheri, il sindaco Salvatore Burrafato, Invitalia e altre Organizzazioni Sindacali. Dopo 40 anni di attività, Fiat lascia la Sicilia. Lo stabilimento produttivo di Termini Imerese ha rimosso la storica insegna e dal 1 gennaio si dedica alla costruzione di componenti per auto Metec, marchio controllato unicamente da Blutec. I nuovi prodotti saranno immessi sul mercato solo verso la fine dell’anno. Il progetto di riavvio prevede l’assorbimento graduale di tutti gli ottocento dipendenti entro due anni. Il sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato ha sottolineato come “l’impegno messo in atto per scongiurare i licenziamenti e per riattivare la produzione negli stabilimenti ex Fiat si deve arrestare soltanto quando i cancelli saranno riaperti ai lavoratori e i macchinari saranno in piena attività”.

Chiara Ingrosso

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close