---

Monza pronta per la prima tappa di Innovatour, il road show di Città dei motori

Parte il 2 settembre da Monza Innovatour, il road show in tre tappe delle Città dei Motori. Data e luogo non casuali, visto che si tratta del weekend del GP di Formula 1. Gli appuntamenti in agenda ruotano attorno ai temi dell'innovazione, della sicurezza stradale, degli sport motoristici ma anche del turismo, sviluppato nell'ambito del progetto Rete Nazionale Città dei motori, cofinanziato dal Mibact, di cui fanno già parte 26 comuni a elevato patrimonio automobilistico. A Monza si terrà il talk show intitolato "Promuovere lo sport motoristico, promuovere i territori" con rappresentanti delle istituzioni, del mondo sportivo e turistico che discuteranno di come valorizzare le eccellenze del motorismo italiano.

Sarà anche presente il truck di Città dei Motori al cui interno si potrà accedere al sito Motor Web Museum, piattaforma multimediale che consente di visitare virtualmente alcuni dei principali siti della produzione motoristica nostrana, anche attraverso la realtà aumentata. Innovatour si sposterà poi il 9 settembre a Mandello del Lario, sul lago di Como, patria della Moto Guzzi, dove si parlerà di "Sicurezza del turismo nell' era delle tecnologie". Tra i protagonisti ci saranno anche start-up e associazioni del mondo alberghiero. In quegli stessi giorni, dall'8 al 10 settembre si svolgerà il Motoraduno internazionale Città della Moto Guzzi.

L' ultima tappa di Innovatour sarà il 16 settembre ad Arese, sede storica dell' Alfa Romeo. Il tracciato dell' ex pista di collaudo delle auto del Biscione ospita oggi uno degli impianti principali in Italia dedicati all' educazione stradale, tema della giornata. In ogni tappa sosterà il Pullman azzurro della Polizia stradale, partner dell'iniziativa, che ospita un' aula multimediale itinerante per sensibilizzare adulti e bambini sulle regole della sicurezza.

---

Maranello: online tre nuovi webinar per le azioni di valorizzazione degli itinerari turistici tematici

Sono disponibili online i tre nuovi webinar che chiudono il ciclo di cinque seminari in rete dedicati alla promozione turistica dei territori, promossi dal Comune di Maranello, nell’ambito del progetto Rete Nazionale Città dei Motori, in collaborazione con l’ente di formazione Cerform e il network di professionisti Gruppo LEN. I cinque webinar interattivi su Internet sono rivolti agli operatori dei ventisei comuni italiani che fanno parte della rete Città dei Motori e che sono interessati alla promozione turistica del territorio che, collegandosi ad un’aula virtuale per seguire in diretta i seminari, hanno la possibilità di interagire con il relatore e porre domande. Dopo “Consigli su come preparare itinerari turistici” e “Come coinvolgere i travel bloggers nei propri itinerari turistici” sul canale YouTube del Comune di Maranello si possono trovare:

 

"Cosa sono i Musei Digitali Diffusi e come funzionano"

Musei Digitali Diffusi
agriturismo e food truck
---

Le ultime notizie dalle Città dei Motori

 

Arese. Al Museo Storico Alfa Romeo la mostra per i 50 anni della 33 Stradale

Un’auto iconica, punto d’incontro perfetto tra tecnologia, soluzioni meccaniche applicate alle gare e uno stile unico. La 33 Stradale venne presentata il 31 agosto 1967, alla vigilia del GP d’Italia di Formula 1 a Monza. A quest’auto rende omaggio il Museo Storico Alfa Romeo di Arese (MI) attraverso una mostra temporanea dal titolo “33 La bellezza necessaria” con fotografie e un itinerario in 33 tappe “nell’anno del cinquantesimo compleanno – ricorda il curatore del museo Lorenzo Ardizio – di una vettura capace di dominare un’intera epoca delle corse Sport, di trasformarsi ed evolversi fino ad aggiudicarsi di titoli Mondiali ma anche di essere protagonista fra le supercar. La 33 Stradale rappresentò il più stretto anello di congiunzione fra il mondo delle corse e quello della strada e la base di partenza per le opere dei più grandi stilisti italiani: da Franco Scaglione a Bertone, da Pininfarina a Giugiaro”.

La mostra che racconta le storie, i personaggi, le delusioni e le grandi vittorie di questo “pezzo” di storia Alfa Romeo sarà visitabile dal 31 agosto durante gli orari di apertura al pubblico (tutti i giorni tranne il martedì dalle 10 alle 18) e rappresenta il primo tassello di un programma di eventi che il Museo, il brand Alfa Romeo e FCA Heritage – dipartimento del Gruppo dedicato alla tutela e alla promozione del patrimonio storico dei marchi italiani di FCA – dedicheranno al 50° anniversario della 33 Stradale, a sottolineare il legame tra la storia, inesauribile fonte di ispirazione per la creazione dei nuovi modelli, e il futuro, in un equilibrio tra innovare e al tempo stesso mantenere vivo il “DNA”, garanzia di una riconoscibilità unica dei modelli Alfa Romeo.

---

Monza. Nella settimana della Formula 1 lo show delle “Drivers parade"

Sono state due le Drivers Parade in programma nella settimana del Gran Premio d’ Italia di Formula 1 a Monza. La prima sfilata di classic cars organizzata da ACI Storico, in collaborazione con Club Millemiglia, Automobile Club Milano e con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Milano e Comune di Monza si è svolta giovedì 31 agosto quando dal Castello Sforzesco di Milano sono partite tredici icone della storia dell’auto condotte da tredici piloti, a partire dai ferraristi Raikkonen su Ferrari 750 Monza del 1956 e Giovinazzi su Lancia Aurelia B24 spyder del 1956; poi Bottas su una Mercedes 190 roadster del 1957, Alonso su Lotus 11 del 1957, Ricciardo su Aston Martin Le Mans del 1933,Verstappen su Bentley 3 litre del 1923. E ancora Vandoorme su Lancia Lambda del 1927, Sainz su Diatto Bugatti 23 GP del 1921, Kvyat su Rally ABC del 1930, Stroll su Maserati A6 GCS del 1954, Grosjean su Ferrari 857 del 1955, Magnussen su Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1930 e Palmer su Renault 750 Sport del 1954.

Le auto storiche sono state poi esposte nella Fan Zone dell’ Autodromo Nazionale di Monza da cui sono partite domenica 3 settembre alle 12.30 per la seconda Drivers Parade, prima della partenza del Gran Premio di Formula 1. Nella tradizionale parata che precede l’ inizio della gara, i tredici piloti della prima sfilata si sono aggiunti Vettel a bordo di una Alfa Romeo 8C 2300 Le Mans del 1931, Hamilton su una Mercedes 300 SL roadster del 1956, Perez sulla Ballot del 1921 vincitrice della prima edizione del Gran Premio d’ Italia, Ocon su Roselli Stanguellini 1100 Sport del 1949, Massa su OM 665 Superba del 1931, Hulkenberg su una factory car della Renault, Ericsonn su Ferrari 250 MM spider Vignale del 1953 e Wehrlein F. L. 1100 Sport del 1952.

---

Varese: a settembre la sesta edizione della rievocazione della “Sei Giorni Motostoriche”

Tornerà venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 settembre la rievocazione della “Sei giorni internazionale di Varese”, la manifestazione che la Città Giardino ospitò nel 1951 e che gli appassionati ricordano annualmente grazie all’impegno del Club Auto e Moto Storiche di Varese (VAMS) che si avvale per la sezione scooter della collaborazione del Vespa Club Rho/Giuseppe Cau. Il cuore dell’evento rievocativo di Varese resta il percorso, tra boschi, valli e laghi delle Prealpi ma la sesta edizione della manifestazione offrirà anche numerosi spunti per divertire piloti e accompagnatori, alla scoperta di un territorio che offre grande fascino e mille spunti per la promozione ambientale, turistica e che, dal 1895, lega la propria immagine storica all’artigianato e all’industria della motocicletta.

Si inizia venerdì 8 settembre con l’accoglienza in piazza Podestà a Varese e si prosegue con proiezioni da un veicolo storico dell’istituto Luce di Roma di proprietà di Regione Lombardia. Sabato tappa dal Varesotto al Biellese, come era la prima e terza tappa dell’originale Six Days Varese 1951. Domenica mattina di nuovo su strada, tra Varese,Valle Olona e dintorni con gran finale e premiazioni a Tradate, al museo delle pompe di benzina Fisogni, a due passi dal museo della motocicletta Frera.

---

A Castel d’Ario la quinta rassegna “Artisti per Nuvolari”

La Casa Museo Sartori di Castel d’Ario (MN) ha presentato la quinta rassegna “Artisti per Nuvolari” che si terrà dal 10 settembre al 15 ottobre 2017. La mostra raccoglierà le opere di oltre cinquanta artisti che hanno realizzato dipinti e sculture per celebrare la figura del grande pilota mantovano Tazio Nuvolari, accogliendo l’invito della curatrice Arianna Sartori che con Beniamino Morselli Presidente Provincia di Mantova, Daniela Castro Sindaco di Castel d’Ario, Mattia Palazzi Sindaco di Mantova, Giancarlo Pascal Presidente Museo Tazio Nuvolari di Mantova e Presidente Automobile Club Mantova, inaugurerà un’esposizione che unisce arte, cultura e città in un’unica impresa, dove il mito “Nivola” diventa anche promozione e sviluppo del territorio. Previsti infatti diversi eventi collaterali alla manifestazione che partiranno il giorno stesso dell’inaugurazione con il passaggio davanti alla sede della mostra delle auto storiche “AMAMS Caffè veloce a Castel d’Ario”. Sabato 16 settembre ci sarà il corteo delle auto storiche iscritte al “3° Concorso d’eleganza per auto storiche Città di Mantova mentre domenica 17 settembre si terrà il “Gran Premio Nuvolari” a cui parteciperanno 300 auto storiche.

---

Su www.cittamotori.it trovi tutti gli aggiornamenti su eventi, manifestazioni e iniziative dei Comuni italiani, che hanno nei loro territori una vocazione motoristica, a livello di produzione (automotive, moto e scooter, aerospazio, cantieristica navale), sportiva (circuiti e rievocazioni storiche) o culturale (musei, collezioni, archivi).

English Version