Varano De Melegari

VARANO DE MELEGARI è indissolubilmente legato al fiume Ceno che lo attraversa, la cui presenza ha sicuramente attirato, fin dalla preistoria, insediamenti umani. Sotto il dominio dei romani, il territorio di Varano viene assegnato a due diverse giurisdizioni, di cui una faceva capo a Velleia e l’altra a Parma. Dall’XI al XVIII secolo, il territorio è stato dominato dalla potente famiglia Pallavicino, fino alla soppressione del loro stato da parte dei Farnese, signori del Ducato di Parma. Varano de’ Melegari è una tra le città decorate del Valor Militare per la Guerra di Liberazione, insignito della medaglia di bronzo al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana durante la seconda guerra mondiale.

La Valle del Ceno, in cui è incastonata Varano de’ Melegari, si snoda da Fornovo Taro alle pendici del Monte Penna. E’ un alternarsi di piccole vallate, ruscelli, campi coltivati, piccoli borghi e boschi, contornati dalle acque del fiume.
Nel primo week end di Maggio a Varano de’ Melegari si tiene la Fiera agricola della Val Ceno, che apre la stagione estiva e attira gli amanti delle antiche tradizioni. Questa manifestazione ospita il curiosissimo Palio della Formaggia, una competizione podistica in cui gli atleti gareggiano con una forma di Parmigiano Reggiano sulle spalle. Al termine della gara le forme di formaggio utilizzate vengono offerte gratuitamente in assaggio al pubblico.

L’ autodromo Riccardo Paletti nasce nel 1969. Chiamato dagli addetti ai lavori Autodromo di Varano, dapprima era un semplice anello di 550 metri, con una leggera variante sul lato nord, che si sviluppava intorno al campo da calcio del paese. Nel 1971,  l’impianto assume la forma di autodromo, con la realizzazione dell’allungamento che porta il tracciato a misurare 1.200 metri e, nell’estate dello stesso anno, vive la sua prima vera stagione agonistica. L’anno successivo, la pista raggiunge la sua attuale lunghezza di 1.800 metri. L’inaugurazione ufficiale avviene il 26 marzo 1972 e il circuito è dedicato a San Cristoforo, protettore dei camionisti e di tutti gli automobilisti.
Successivamente, l’autodromo è stato denominato Riccardo Paletti nel 1983, in omaggio al giovane pilota milanese tragicamente scomparso nel giugno dell’82 durante il Gran Premio del Canada di Formula 1.
Oggi l’autodromo ospita importanti competizioni di settore, come il Campionato Italiano Velocità Turismo, quello Prototipi, la Formula 3, gli assoluti nazionali Grand Prix 125cc e 250 cc nelle moto.
Per questo si è rivelato necessario il continuo sviluppo e l’ammodernamento delle infrastrutture. Dal 1991 l’Autodromo è sede del Centro Internazionale Guida Sicura (CIGS). Due sono le manifestazioni che segnano la storia dell’autodromo per il loro scopo solidaristico e perché richiamarono a Varano un’immaginabile cornice di pubblico.
Nel 1976 , in collaborazione con la rivista Autosprint e l’Alfa Romeo, la Corsa per il Friuli contribuisce alla ricostruzione delle zone colpite dal violentissimo terremoto. E nell’ottobre del ’90, Varano si ripete. In occasione dell’inagibilità del circuito del Mugello, l’autodromo ospita la Corsa per la vita il cui introito è stato devoluto alla Lega Italiana per la lotta contro i tumori. L’autodromo Riccardo Paletti è fucina  di giovani talenti delle due e quattro ruote, come Jacques Villenueve e Valentino Rossi. Il 22 febbraio 2002  viene finalmente aperta la pista da 2375 metri riuscendo anche a salvaguardare interamente anche la “mitica” pista da 1800 metri ancora interamente percorribile ed abbinabile ad un “Anello Prove” da 500 metri.
Nel terzo fine settimana del mese di maggio,  a Varano de’ Melegari si svolge l’ASIMOTOSHOW. E’ la più importante manifestazione europea del settore motociclistico. Nel corso degli anni, grazie anche all’organizzazione curata dall’ASI, ha raggiunto un posto ragguardevole anche fra le manifestazioni a livello mondiale.

Varano De Melegari

Sindaco: Giuseppe Restiani
Sito web: www.comune.varano-demelegari.pr.it
Sede: Via Martiri della Libertà, 14 – 43040
Numero abitanti: 2.700
Telefono: 0525 550500
Superficie comunale: Km2 64

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close