Samarate

SAMARATE, verso la metà del 1800, vede nascere un’imprenditoria mercantile e industriale dedita soprattutto al settore tessile e cotoniero. Tra la seconda metà dell’800 e l’inizio del ‘900, la città vive due importanti fenomeni sociali, l’emigrazione verso l’America di cittadini in cerca di migliori condizioni di vita e la diffusione dell’industria tessile prima, e meccanica poi.  Nel periodo mussoliniano si intensificano le opere pubbliche, delle quali il palazzo municipale del 1936 è un esempio, insieme alla colonia elioterapica, la palestra, la palazzina dell’opera Balilla e alla costruzione di molte strade. Lo sviluppo economico è influenzato proprio dall’immigrazione dal Veneto e dal Meridione che coincide con lo sviluppo demografico ed edilizio. E’ l’artigianato il settore maggiormente in espansione del comune,  mentre il terziario è ancora poco sviluppato e l’agricoltura va perdendo d’importanza.

Piatto tipico è la Pulenta, accompagnata dai bruscitt, ovvero pezzettini di carne sminuzzati in modo da ottenere delle forme simili a dei fagioli. Piatto di carne è anche la Cazoeula, tipica delle feste. Gli intenditori del buon bere possono cercare tra gli scaffali delle osterie il “quai cos”, liquore inventato e distillato da una piccola azienda di Samarate, il Liquorificio Garbini, nato nel 1922 da Leone Garbini. Da qualche anno, appuntamenti fissi sono la mostra di libri Librando e Lo schermo e la Luna, rassegna cinematografica all’aperto nel periodo estivo e Impazza la Piazza, serate di spettacolo e divertimento in Piazza Italia. La festa di ottobre e dell’agricoltura è fissata ogni terza domenica del mese di ottobre, mentre alla suocera è dedicata una festa ad hoc ogni ultima domenica sempre dello stesso mese. La Festa Campestre è organizzata invece nel mese di aprile.

Nel 1907 Giovanni Agusta fa volare il suo primo aeroplano e ben presto ci si dedica non solo alla produzione ma anche alla progettazione e alla manutenzione degli aeroplani. Nel1952 arriva la svolta. L’azienda entra nel volo verticale e firma un accordo con la Bell per realizzare elicotteri. Negli anni ’90, l’entrata in Finmeccanica rilancia la società che diventa operativa nell’Agusta Westland, che conta 9700 dipendenti fra Italia, Gran Bretagna, Belgio e Stati Uniti. L’11 Luglio 2008, la Harley Davidson ha rilevato la MV Agusta, che si occupa di produzione di motocicli e comprende il marchio Cagiva, per 70 milioni di euro, espandendo così il proprio business in Europa.
Inaugurato nel 2002, Il Museo Agusta riunisce centinaia di documenti, foto, cimeli, disegni, prototipi e modelli di aerei, moto, elicotteri. Nel museo della Cascina Costa è possibile ammirare prototipi di alcuni dei modelli di elicottero storicamente più importanti, come l’A105, l’A109, l’AB47, e il prototipo dell’elicottero monoposto A103. Per ciò che attiene motocicli si trovano esposte le MV Agusta originali, da corsa e da turismo, la Coppa Golfo di La Spezia, vinta da Vincenzo Nencioni nel 1946. Verso la metà di luglio, ogni anno, dal 1994, ha luogo un  raduno internazionale, in occasione del quale si possono ammirare le moto Agusta d’epoca.

Samarate

Sindaco: Enrico Puricelli
Sito web: www.comune.samarate.va.it
Sede: Via Vittorio Veneto, 40 CAP 21017
Numero abitanti: 16.362
Telefono: 0331 221411
Superficie comunale: Km2 15,98

 

 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close