Sabato 25 e domenica 26 settembre torna la Modena Motor Gallery, mostra mercato tra le più importanti per gli appassionati di auto e moto d’epoca che, come sottolinea Ludovica Carla Ferrari assessora alla Smart City, politiche economiche, turismo e promozione della città “non è soltanto il luogo del commercio per gli appassionati che potranno trovare il meglio delle offerte per soddisfare la loro passione motoristica e celebrare la straordinaria capacità e sapienza artigianale di questa terra ma anche il luogo migliore per capire cosa bolle in pentola nel campo dell’innovazione in campo motoristico”.

La presenza dei Musei Ferrari di Modena e Maranello, il Museo Pagani, le collezioni private di Righini, Panini, Stanguellini e “la nostra Maserati – spiega Ferrari – è importantissima, è parte del nostro territorio dove organizziamo visite e tour con operatori privati e con un’offerta turistica che riguarda un territorio più ampio che unisce tutti gli straordinari luoghi che invitano alla visita gli appassionati di auto e moto da quelle d’epoca fino a quelle del futuro, all’interno di una rete nazionale che è quella importantissima di Città dei Motori”

Fuori dagli stereotipi del marito appassionato d’auto con la moglie che fa shopping in centro città, cosa che certo accade – prosegue l’assessora – abbiamo la fortuna di avere pensato nel corso del tempo a una proposta turistica integrata e diversificata capace di mixare l’asse dei motori con la forza dell’enogastronomia locale di cui questo territorio è ricchissimo, con un ambasciatore di altissimo livello come Massimo Bottura, con la provincia di Modena che ha il maggior numero di certificazioni IGP DOP e che dalle montagne dell’Appennino fino alle pianure e campagne produttive offre arte, storia, cultura. Non a caso siamo sito Unesco e la nostra sfida è la proposta di una esperienza a 360° che incontri un pubblico sempre più ampio”.

Tra gli eventi in programma vari raduni (Autobianchi A112, Auto Tuning Club, il Gran Premio di Modena sulle strade di Enzo e altri), test drive con le ultime Ferrari e Lamborghini, mostre ed esposizioni per anniversari come i 25 anni della Lotus Elise o i 60 della Jaguar E-Type, talk organizzati con Aci Sport in particolare per il 30° anniversario della Bugatti EB110 che sfilerà per le vie di Modena. Oltre alle auto da competizione dei grandi marchi emiliani in mostra anche le motociclette che raccontano i 100 anni di Moto Guzzi e i mezzi della retrospettiva “Go-karts: history”.

Modena Motor Gallery è la kermesse che omaggia il passato ma dedica anche molto spazio alla ricerca, all’innovazione, a chi lavora per il futuro e per la mobilità sostenibile, tema molto caro all’assessore Ferrari che ricorda “la partnership fondamentale che abbiamo con le imprese del settore e la forza della proposta formativa dell’Università di Modena e Reggio Emilia e delle nostre associazioni economiche. A Modena si fanno non soltanto i motori della tradizione ma quelli del futuro: auto moto e veicoli connessi, quelli elettrici guardando anche all’idrogeno”.

 

 

MM

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close