Il Comune di Nardò (Lecce) è il 29esimo socio di Città dei Motori, la rete ANCI dei comuni italiani con vocazione motoristica. La giunta guidata dal sindaco Pippi Mellone ha deliberato in questi giorni l’adesione alla rete di Comuni che promuove le tipicità motoristiche e del territorio, avendo condiviso gli obiettivi dello Statuto ma soprattutto il Piano nazionale del turismo motoristico presentato dall’associazione. Il Piano punta alla convocazione in novembre della Conferenza del turismo motoristico e, nel maggio 2021, ad organizzare la Giornata dell’orgoglio motoristico. Obiettivo principale: spingere per la ripresa dei flussi turistici nazionali e internazionali verso l’Italia e i Comuni soci.

Nardò è la prima città della Puglia ad aderire a “Città dei Motori e tra le poche città dei motori del Mezzogiorno, grazie alla presenza sul territorio dell’impianto di collaudo e sperimentazione “Nardò Technical Center” tra i più importanti al mondo per aziende e marchi che testano i propri prodotti sull’anello neretino. L’attività delle case automobilistiche negli anni ha incrementato la cultura dell’automotive sul territorio e contestualmente anche l’interesse e l’attenzione per i temi del design automobilistico e della sicurezza stradale.

Il presidente di Città dei Motori e sindaco di Maranello Luigi Zironi, che aveva prospettato al sindaco Pippi Mellone e all’assessore allo Sviluppo Economico,Turismo e Marketing Giulia Puglia la possibilità di far parte dell’associazione qualche mese fa, durante una visita alla città e al circuito insieme al segretario generale Danilo Moriero è oggi “felice di accogliere Nardò,prima in Puglia, in Città dei Motori. Una città che, con il suo splendido impianto, entra a buon diritto nell’associazione con il comune intento di valorizzare i motori come “prodotto” e di favorire visibilità e appeal turistico del territorio sfruttando proprio la vocazione motoristica”.

La presenza di Nardò Technical Center – ha spiegato l’assessore Giulia Puglia – è l’elemento naturale che consente alla nostra città di entrare in Città dei Motori. È un privilegio far parte di questa associazione che, tra le altre cose, è artefice di iniziative promozionali sui territori e ci consente di fare rete con altre città. Il recente piano di Cittàdei Motori sul turismo motoristico, ad esempio, porterà a una agenda condivisa per rilanciare un settore che ha forte appeal e per dare una scossa all’economia. Esserci ci dà l’opportunità di agganciare un treno importante”.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close