Posticipata a settembre a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, ma si farà. La Rievocazione Motoristica del Circuito di Ospedaletti è stata fissata dagli organizzatori, dopo aver interpellato piloti e collezionisti, per il 19 e 20 settembre.

Tra gli ospiti d’onore di questa edizione è più di una speranza il ritorno, dopo otto anni di assenza, di Giacomo Agostini che troverà grandi campioni come Spencer, Bianchi, Lazzarini, Lavado o Braun con l’intenzione di portare nella Città delle Rose anche chi ha vinto titoli antecedenti il 1972, ovvero l’ultimo anno in cui si è corso a Ospedaletti. Il programma confermato prevede al sabato le verifiche con le moto esposte in passeggiata e la sera talk show-spettacolo all’Auditorium con i campioni, mentre la domenica mattina partiranno le batterie fino alle ore 18.

Non abbiamo voluto annullare l’edizione – ha confermato l’assessore al Turismo Birgit Brugger – visto che organizziamo ogni anno un evento, alternando la rievocazione storica delle moto con quella delle auto lungo il nostro circuito. Questo 2020 spetta alle moto, un evento che non volevamo rinviare all’anno prossimo”.

Per organizzatori e Comune oltre all’accoglienza di piloti e addetti ai lavori che arriveranno, la necessità di convivere con le misure attuali anti Covid-19 che non consentono di prevedere il pubblico e per questo bisognerà capire come evolverà la situazione ma c’è la determinazione a fare la rievocazione in tutti i modi, anche a porte chiuse. Questa la volontà di Raffaele Cardone, presidente del Comitato Circuito di Ospedaletti e direttore tecnico delle rievocazioni: “non possiamo e non vogliamo posticipare le moto al 2021 perché il prossimo anno toccherà alle auto che hanno avuto grande successo nel 2019 e portano sponsors importanti.  La nostra manifestazione è super collaudata e possiamo vantare un tracciato unico e affascinante, invidiato da tutti”.

Circuito che l’assessore Brugger ha ricordatoveniva definito da Enzo Ferrari il piccolo Nurburgring a conferma della potenzialità che abbiamo e che dobbiamo sicuramente valorizzare”.

 

MM

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close