Da lunedì prossimo ripartirà la produzione del furgone Ducato nello stabilimento Sevel di Atessa (CH) e nei reparti connessi per la componentistica a Cassino, Pomigliano, Termoli e a Mirafiori dove si faranno anche le preserie dei prototipi della 500 elettrica nell’ambito delle attività di ricerca e sviluppo.

FCA Automobiles lo ha annunciato ai sindacati metalmeccanici, spiegando che l’azienda seguirà la strada dell’autorizzazione prefettizia, informando il Governo. Governo chiamato in causa dalle organizzazioni dei metalmeccanici che non hanno nulla da obiettare sulla riapertura e l’avvio della Fase 2 prima della data del 4 maggio visto che hanno firmato un accordo con il gruppo automobilistico molto preciso e dettagliato sulle procedure e sugli accorgimenti da seguire, assumendosi la responsabilità di realizzare linee guida per tutelare i lavoratori in fabbrica ma chiedono che si attivino direttive chiare e univoche valide in tutta Italia per scongiurare la possibilità di pronunce diverse per siti produttivi dislocati in più regioni.

Nei prossimi giorni intanto sono previsti incontri e sopralluoghi per essere certi del rispetto di misure e azioni di sicurezza a partire dalla garanzia per una mobilità pubblica casa/lavoro che tuteli dai rischi di contagio i lavoratori. Obiettivo coniugare con estremo rigore sicurezza e lavoro per scongiurare il rischio di catastrofe sia sanitaria che economica.

 

MM

 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close