Il Museo Lamborghini, rinominato MUDETEC Museo delle Tecnologie si trova a Sant’Agata Bolognese nella culla della sua affascinante storia e degli iconici modelli usciti dalle linee di produzione della Casa del Toro che raccontano oltre cinquant’anni di innovazione.

Attraversando virtualmente le varie sale del museo, grazie alla tecnologia e a Google Maps, possiamo – in attesa che riprenda la normale attività annunciata per il 4 maggio – ammirare il primo capolavoro esposto, la Murciélago che apre una vasta collezione che comprende la 350 GT, la Countach S, la Jalpa, la Espada, la Sesto Elemento, la Reventón e le altre supercar esclusive che hanno trasformato il brand in una leggenda.

Imperdibili le creazioni del genio di Ferruccio Lamborghini come la Miura S con le sue “ciglia” iconiche e la Countach che con le sue forme ha posto le basi per le supercar degli anni successivi, le supersportive più recenti ed esclusive come la concept ibrida Asterion, la few-off Centenario realizzata in tiratura limitata per in occasione dei 100 anni dalla nascita del fondatore, la Huracán Performante e la Aventador SVJ.

Una esperienza interattiva imperdibile nelle speranza di tornare al più presto, con i tour guidati, a visitare le linee di produzione e assistere alla nascita delle supersportive Lamborghini: dalla linea V12 dove motore e telaio della Aventador si uniscono per la prima volta, passando per la linea V10 dove nasce la Huracán. E godersi l’esperienza interattiva che grazie al nuovo simulatore di guida amplifica le emozioni e la scoperta delle vetture in esposizione.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close