All’età di 82 anni è scomparso Umberto Zanasi, uno degli imprenditori simbolo del mondo dei motori, fondatore dell’omonima carrozzeria conosciuta per il legame inscindibile con la Ferrari, nato nel 1964 e da allora mai interrotto.

Se ne va purtroppo un punto di riferimento, un protagonista assoluto della nostra città – ha ricordato il Sindaco di Maranello e Presidente di Città dei Motori Luigi Zironi – che per decenni ne ha attraversato la storia con una passione immensa dopo aver fondato l’omonima carrozzeria, diventata presto un punto di rifermento per il mondo dei motori e in particolare per la Ferrari, conquistando un riconosciuto prestigio internazionale. Con la stessa energia con cui ha guidato la sua azienda, Umberto ha affrontato le tante sfide che la vita gli ha posto davanti, senza mai arretrare di un passo di fronte alle vicissitudini. Spirito emiliano all’ennesima potenza, lavoratore instancabile, concreto e schietto, innamorato delle sue radici, ha sempre preferito il ‘fare’ al ‘dire’ e non si è mai tirato indietro quando la sua città ha avuto bisogno di aiuto. Per i suoi concittadini e la sua terra ha sempre avuto un’attenzione particolare“.

Una storia quella della Carrozzeria Zanasi che inizia quando Enzo Ferrari, alla ricerca di professionisti capaci per apportare riparazioni alle sue automobili, chiede la disponibilità a un giovane carrozziere di Maranello. Umberto già eccelso lamierista, non solo rifiniva i pezzi a martello con la precisione e la classe di uno scultore ma si guadagna la fiducia del Drake lavorando fino a notte fonda e superando il suo insindacabile giudizio. A inizio anni ’70 la carrozzeria Scaglietti di Modena smette la riparazione delle auto di serie dei clienti Ferrari che cominciano a passare a quella di Umberto Zanasi alla quale la Casa del Cavallino concederà il riconoscimento ufficiale.

Ora l’intera comunità maranellese vuole abbracciarlo idealmente – promette Zironi – partecipando al dolore dei suoi familiari. Non appena sarà alle spalle questa emergenza, crudele anche nel toglierci la possibilità di salutare i nostri cari come vorremmo, qui a Maranello terremo un momento di raccoglimento per ricordare con affetto tutte le persone che ci hanno lasciato in questo periodo drammatico. Finalmente con un vero abbraccio a chi ora sta soffrendo per una perdita‘.
MM

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close