Oscar Scaglietti, figlio di Sergio carrozziere di fiducia di Enzo Ferrari e indissolubilmente legato al marchio del Cavallino, è scomparso all’età di 75 anni.

Insieme al fratello Claudio, Oscar era entrato nel 1959 da “ragazzo di bottega” nell’organico delle Carrozzerie Scaglietti da cui sono nati capolavori noti in tutto il mondo come la Ferrari 250 Testa Rossa e la Ferrari 250 GTO e proprio lo scorso gennaio aveva preso parte all’evento che Torino e il MAUTO avevano voluto dedicare al genio del padre Sergio a 100 anni dalla nascita.

Per il Sindaco di Maranello e Presidente di Città dei Motori Luigi Zironiè una perdita enorme per la nostra città e per tutti gli amanti dei motori. Se ne va un altro pezzo di storia. Oscar non era solo una fucina di aneddoti incredibili sul mondo delle Rosse e sui grandi personaggi che lo hanno animato. Era anche unico nel raccontare quell’universo con un’ironia e un trasporto travolgenti”.

Era una persona schietta, vulcanica e allo stesso tempo disponibile, sensibile. Mai banale – ricorda Zironi – e poco prima di Natale avevo parlato con lui a Modena al MEF Museo Enzo Ferrari, in occasione di un evento organizzato dal Ferrari Club Italia e come sempre era riuscito a rapirmi coi suoi racconti, col suo modo di fare coinvolgente, con il suo entusiasmo.

Ci mancherà la sua energia, il suo piglio sincero. Il suo essere oltre gli stereotipi. Ai familiari di Oscar le più sentite condoglianze, il cordoglio più sincero e un grande abbraccio da parte della comunità maranellese e dell’associazione Città dei Motori”.

MM

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close