Si è svolta martedì 4 febbraio la visita a Maranello dell’ambasciatore d’Israele in Italia, Dror Eydar, ricevuto dal sindaco Luigi Zironi, presidente di ‘Città dei Motori’. La Rete, che attualmente associa 27 comuni italiani del settore, aveva invitato il diplomatico nella città-simbolo nel mondo del Made in Italy.

L’ambasciatore Eydar, grande appassionato di motori e in particolare delle due ruote, ha potuto fare un factory tour nell’eccellenza tecnologica italiana, partito dalla Vins Motors – giovane startup specializzata nella produzione di motociclette innovative, dai modelli da competizione ai prototipi full electric – e proseguito nello stabilimento Ferrari, per conoscere le diverse fasi delle produzioni della Casa del Cavallino.

Maranello è un luogo dove convivono felicemente ricerca, innovazione e passione – ha commentato Luigi Zironi – e la visita dell’ambasciatore israeliano sul nostro territorio è una conferma importante del primato di questo distretto, che, insieme alle numerose realtà motoristiche rappresentate in ‘Città dei Motori’, rappresenta una ricchezza unica del Made in Italy. Abbiamo approfondito diversi temi della nostra storia culturale e identità, come pure temi legati alla tecnologia e alla sicurezza, del know-how e della ricerca. Sono questioni cruciali, anche in un’ottica di opportunità di crescita economica”.

Nel colloquio tra il sindaco Zironi e l’ambasciatore Eydar anche possibili collaborazioni tra città e aziende che abbiano gli stessi obiettivi di ‘Città dei Motori”: “Israele negli ultimi anni ha saputo attrarre le principali case automobilistiche e aziende del settore, portandole a stabilire i loro centri di ricerca e sviluppo nel Paese, per sfruttare i vantaggi dell’ecosistema dell’innovazione tecnologica israeliana. Oggi – ha dichiarato l’ambasciatore Eydar – guidiamo la progettazione dei veicoli del futuro. Considerata la complementarietà tra le industrie dei nostri due Paesi, Israele guarda con particolare interesse al settore motoristico italiano, nell’ottica di una maggiore collaborazione tra imprese, università e realtà locali, prima tra tutte quella di Maranello”.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close