Le Finali Mondiali del Ferrari Challenge che si sono svolte all’Autodromo del Mugello sono state l’occasione per la prima uscita del nuovo Presidente di Città dei Motori, il Sindaco di Maranello Luigi Zironi, accolto dal primo cittadino di Scarperia e San Piero (FI) Federico Ignesti.

Un momento unico perché si ha la possibilità di avere tutto il mondo Ferrari presente – ha dichiarato Ignesti – da chi è appassionato di auto storiche e, come me, è rimasto impressionato nel trovare la prima auto da corsa costruita dalla Ferrari nel 1947, a chi ha potuto ammirare tutte le altre auto come quelle dei campionati del mondo di Schumacher”.

E’ un’emozione straordinaria a cui non ci si abitua mai – ha ribadito Zironi – perché anche se hai la passione, anche se vedi tutti i giorni un’azienda come Ferrari che cresce, che è attiva e presente in tutto il mondo, oggi è proprio il momento del suo massimo splendore perché ci sono tutte le serie: c’è la produzione, ci sono le F1, c’è l’esposizione come in un museo di pezzi unici e incredibili”.

Per Ignesti c’è da sottolinearetutto l’allestimento complessivo, il servizio e l’accoglienza degli ospiti e del pubblico, dei proprietari e degli appassionati in genere, perché al Mugello si sono superate ampiamente le 30 mila presenze. E giornate come queste generano un indotto economico importante per tutto il territorio di Scarperia e San Piero”.

L’incontro con Zironiè andato molto bene e mi fa molto piacere che la prima uscita ufficiale del Presidente di Città dei Motori sia stato all’interno dell’autodromo internazionale del Mugello di proprietà Ferrari, così i complimenti glieli abbiamo fatti con una giornata speciale, suggellata dal connubio tra la Scuderia e il 4° stormo dell’aeronautica militare il cui stemma è lo storico Cavallino Rampante. Un evento che è la miglior pubblicità per il nostro paese e per il suo patrimonio motoristico”.

Luigi Zironi ha approfittato di questa giornata per un primo confronto con Ignesti “su alcuni temi che riguardano i comuni che hanno la fortuna di ospitare un autodromo o un’ azienda che produce auto sportive. Un’occasione importante perché si mette in fila tutto quello che di bello e di complicato c’è da fare quando si convive con queste realtà”.

Si è riflettuto su molte cose come il tema ambientale legato alla produzione di automobili e altre le vedrò insieme ai Sindaci delle Città dei Motori, perché – prosegue Zironi – abbiamo il dovere di prendere contatto con chi è già nella nostra rete e, come abbiamo fatto i questi giorni con una lettera, con altri comuni di tradizione e produzione motoristica per valutare un loro possibile inserimento. Mi piacerebbe andare a incontrarli e capire se hanno voglia di mettere in comune qualcosa della loro esperienza e prendere qualcosa della nostra”.

E’ proprio in giornate come questa – conclude il Presidente di Città dei Motori –  che guardare le auto storiche, moderne, da competizione, il loro stile e design, la componentistica, marchi come Zagato, Pininfarina, Brembo è un richiamo continuo alle grandi realtà ed eccellenze italiane legate al motorsport o alle automobili in generale, un patrimonio del Made in Italy da tutelare e promuovere”.

Per quanto riguarda la competizione Emanuele Maria Tabacchi del team Rossocorsa ha trionfato nel Trofeo Pirelli Am, Adam Carroll nel Trofeo Pirelli. La Coppa Shell Am è andata a James Weiland, la Coppa Shell a Ingvar Mattsson. Ad animare le tre giornate al Mugello del campionato monomarca Ferrari sono state anche le monoposto storiche di Formula 1 del Programma F1 Clienti e le vetture del Programma FXX.

 

 

MM

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close