I primi trattori costruiti da Ferruccio Lamborghini, le attrezzature, le macchine agricole per la lavorazione della canapa, i trattori realizzati da geniali imprenditori e artigiani locali. Una ventina di mezzi e tanti motivi di interesse nella esposizione permanente allestita a Cento (FE) grazie alla passione dell’imprenditore Agostino Merighi per la sua città e le sue origini.

Un progetto – ha affermato il vicesindaco Simone Maccaferri – che nasce dalla collaborazione fra la famiglia Merighi e il Comune. È stato necessario superare diverse vicissitudini burocratiche, ma siamo giunti all’apertura di questa collezione, che rappresenta un vanto per il territorio comunale: un modo per conoscere la storia di Cento”.

«Da tempo avevo in animo di realizzare questa collezione – ha precisato Merighi – aperta a coloro che intendono visitare questo luogo che nasce dai ricordi della mia infanzia. A partire dal Dl 25 Lamborghini sul quale, a 9 anni, avevo fatto un giro durante il taglio della canapa; poi il cingolino Dl 30C su cui lavoravo a 11 anni, talmente bello che a mezzogiorno ci pranzavo sopra. Poi sono arrivate le altre: il primo Carioca 48 costruito da Lamborghini e tutti i suoi successivi, prima del trasferimento a Pieve. E ancora l’autocarro Morisi usato nelle riprese del film su Lamborghini, le macchine Benazzi e Nannini, come il primo esperimento del 1957 dell’ingegner Bonfiglioli che sostituiva l’attrezzatura da taglio manuale e che nacque a Cento».

 

 

MM

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close