Fino al 29 settembre il MAUTO Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, in occasione delle celebrazioni per il novantesimo compleanno di Ezio Gribaudo, dedica un omaggio al pittore, grafico, editore e promotore culturale ospitando 30 sue opere nelle quali le linee, i volumi e le forme giocano un ruolo simbolico e dialogano con il mondo dell’automobile.

Le opere esposte abbracciano tutto il periodo di produzione artistica di Ezio Gribaudo, da quelle giovanili degli anni ’50 fino ad arrivare ai pezzi più recenti, tra cui alcuni dei suoi famosi “flani”, che utilizzano gli stampi di cartone delle matrici tipografiche in collage o tecnica mista (i tre Flani del 1965/ Isotta Fraschini del 1964).

Sono poi esposte opere appartenenti al corpus Simboli del Concilio Vaticano II del 1963, le rielaborazioni grafiche dei calendari Fiat negli anni ’70, le rappresentazioni di dinosauri, cavalli, pinocchi e alcuni esempi della sua sperimentazione scultorea.

Insieme alle opere figurative e a una video intervista realizzata dal giornalista Giosuè Boetto Cohen, 4 vetture accompagnano il visitatore lungo il viaggio attraverso l’immaginario caleidoscopico di Gribaudo: la Fiat 500 F del 1968, la Fiat 501 S del 1921, l’Isotta Fraschini BN 30/40 HP del 1910 e la Lancia Aurelia B52 coupé Bertone del 1951.

MM

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close