Fino al 10 novembre il Museo nazionale dell’automobile di Torino (MAUTO) ospiterà la mostra Auto&Design – Il progetto raccontato che attraversa quattro decenni – dagli anni Ottanta fino ad oggi – per mostrare come è cambiato il lavoro di una rivista leader nel settore automotive, in parallelo con l’evoluzione del mondo del car design.

Il primo numero di Auto&Design venne pubblicato infatti nell’autunno del 1979. Nei centri stile si disegnava a mano libera e sui tecnigrafi, nelle redazioni gli articoli erano dattiloscritti, c’era solo la pellicola per le fotografie e per impaginare gli articoli, il grafico si affidava alla matita, ai menabò e alla sua immaginazione. Oggi le profonde trasformazioni dovute alle tecnologie digitali hanno cambiato il modo di raccontare le “design story” ma non i contenuti tipici della rivista: dalle interviste ai designer all’analisi delle tendenze, dai report degli eventi più significativi al rapporto con le scuole specializzate che formano i designer di domani.

La mostra è ancor più appassionante perché sono esposte alcune concept car protagoniste delle storie pubblicate in questi quarant’anni, come la Machimoto dell’Italdesign Giugiaro e la Pininfarina Mythos degli anni Ottanta, la Fiat Maggiora Scia, l’Alfa Romeo Proteo e la Lancia Dialogos degli anni Novanta, la Citroën C-Airdream e la Volvo YCC degli anni Duemila, la Lamborghini Terzo Millennio e l’attuale Bertone Pandion.

Per i visitatori oltre ai disegni originali, un allestimento digitale che permette, inquadrando con lo smartphone il QR Code presente sui pannelli illustrativi, di scaricare e memorizzare il pdf della design story a suo tempo pubblicata per quel progetto.

 

 

MM

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close