Saranno i mezzi dei Vigili del Fuoco Alfa Romeo i protagonisti domenica 17 febbraio del secondo appuntamento di Dietro le quinte – backstage la serie di incontri che – una volta al mese – permette al pubblico di ammirare vetture e oggetti della collezione normalmente custoditi nei depositi del Museo Storico Alfa Romeo di Arese insieme a documenti e immagini che ne raccontano la storia e gli aspetti più curiosi.

Il Corpo dei Vigili del Fuoco ha da sempre avuto un legame con l’Alfa Romeo di cui ha impiegato vari modelli, non solo nella prevenzione e repressione degli incendi, a partire dalle prime autopompa e autocarro Alfa Romeo 500 e 800 rispettivamente dal 1937 al 1940 e dal 1940 al 1950.

Domenica i riflettori saranno puntati su una motopompa spinta dal bialbero della casa automobilistica, una lancia antincendio dello stabilimento di Arese e la 164 Q4 trasformata in pick-up 2 porte di stanza al centro sperimentale di Balocco prodotta come pratica del marchio di fornire veicoli appositamente modificati per l’utilizzo da parte delle squadre di soccorso a piste da corsa.

Ad arricchire il racconto, interverrà Gianfranco Rigolone, storico Vigile del Fuoco di Balocco che della 164 spiegherà tutti i dettagli e ripercorrerà la genealogia dei mezzi speciali utilizzati nella pista prove: modelli, trasformazioni, impieghi e aneddoti di un capitolo affascinante di storia.

 

 

MM

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close