Dolore profondo, vicinanza alla famiglia di Sergio Marchionne e riconoscenza al manager che ha segnato profondamente la recente storia di Fiat, diventata un gruppo multinazionale come FCA, settimo costruttore mondiale nel settore automotive, grazie al suo incredibile impegno personale e alla sua leadership sicuramente unica”.

Per il Presidente di “Città dei Motori” Massimiliano Morini e i Sindaci della rete ANCI dei comuni del made in Italy motoristico “ora bisogna assolutamente continuare sulla strada indicata da Marchionne assicurando il mantenimento della capacità produttiva in Italia, la competitività e l’espansione sul mercato internazionale dei marchi simbolo dell’eccellenza del Made in Italy motoristico come Ferrari, Maserati , Alfa Romeo e lo sviluppo di nuovi modelli del gruppo, garantendo il massimo livello occupazionale negli stabilimenti, nelle infrastrutture, nei centri di ricerca e sviluppo tecnologico, fondamentale per l’economia dei comuni della nostra rete che rappresentano una popolazione di circa 2 milioni di abitanti e che hanno nei loro territori una vocazione motoristica e artigianale unica al mondo”.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close