Sarà conferito a Ercole Spada, papà della “coda tronca”, il Premio Matita d’Oro 2017” giunto alla sua seconda edizione e istituito dal Museo Nazionale dell’Automobile di Torino per celebrare i più importanti car designer – italiani e stranieri – della storia e della progettazione delle quattro ruote. Per questo durante la serata del 13 febbraio ci sarà anche un premio alla memoria di Tom Tjaarda, il papà della Fiat 124 Spider e saranno inoltre assegnati i due premi speciali “Design senza tempo” e “Spirito creativo”.
Ercole Spada ha lavorato e disegnato alcune delle vetture più importanti della storia della carrozzeria di Elio Zagato per cui lavorò dal 1960 al 1970 e poi nel 1993: auto come le Alfa Romeo 2600 SZ, la Giulia Tubolare, la Junior Z o la Lancia Flavia Sport. Tjaarda ha segnato lo stile automobilistico degli anni 60 e 70 prima in Ghia poi in Pininfarina e Fiat dove è stato direttore dell’Advanced Design Studio.

Il Direttore del MAUTO Rodolfo Gaffino Rossi ha ricordato come “la Matita d’Oro celebra coloro che hanno reso grande la storia del design e racconta storie che possono essere d’ispirazione per giovani che coltivano il sogno di emulare questi grandi ingegni in un appuntamento annuale che spero sia un momento di dialogo tra generazioni diverse di creativi”.
MM