Da giovedì 1 a domenica 4 febbraio torna al Lingotto di Torino Automotoretrò, la mostra dedicata al meglio del motorismo d’epoca, giunta alla 36° edizione e affiancata per il nono anno consecutivo da Automotoracing, la rassegna ospitata all’Oval sul mondo delle corse e delle alte prestazioni.

Gli organizzatori hanno aggiunto una giornata rispetto all’edizione 2017 che accolse oltre 65 mila appassionati e collezionisti di auto e moto che quest’anno, oltre a numerosi ospiti, due e quattro ruote esclusive e mezzi d’epoca rari,troveranno le tradizionali aree riservate al modellismo,a ricambi e accessori introvabili,all’editoria specializzata e all’automobilia.

L’ area tematica del motociclismo sarà dedicata ai “cinquantini“, motorini o scooter con motore che non supera i 50 cc. L’ Automotoclub Storico Italiano del neo presidente Maurizio Speziali sarà presente con due Jaguar 6 cilindri, una 120 XK e una E-Type mentre l’ Aci Torino metterà in mostra la De Dion Bouton 1898, la Fiat 3,5 HP e la Formula 3 Alba AR 1991.

Tre gli anniversari da festeggiare: i 70 anni della Citroen 2CV disegnata nel 1948 da Flaminio Bertoni a cui è dedicata una mostra, il 35° del Mondiale Rally vinto dalla Lancia 037 Rally nel 1983, alla presenza di Miki Biasion, che con la Lancia conquistò due mondiali consecutivi e 70 candeline anche per un mito dell’off-road come la Land Rover che sarà al centro di uno spazio espositivo e di un’area per i test drive: la «Land Rover Experience».

Da segnalare la presentazione di “101 Cars” con i piloti Marco Lucchinelli, Alex Caffi e Piero Liatti: il progetto che raccoglie in un museo virtuale le 101 vetture che hanno segnato la storia dell’industria automobilistica e del mondo delle corse.

 

MM