In occasione della Giornata Mondiale del Turismo, il progetto ‘Rete nazionale Città dei Motori’ ha fatto tappa al Parlamento Europeo.
L’iniziativa ideata dall’omonima Associazione sotto l’egida Anci, con il contributo del Mibact, di cui il Comune di Maranello è l’ente capofila, è stata accolta a Bruxelles da Gianni Pittella, Presidente degli europarlamentari del gruppo S&D, al quale Lucia Bursi, Presidente onorario dell’associazione ha illustrato rete, progetto, risultati e benefici.

Abbiamo creato questo inedito circuito turistico volto a valorizzare il patrimonio storico e culturale dell’industria italiana dei motori, che non poteva che partire da Maranello. L’obiettivo iniziale è stato mettere in rete, proponendoli all’attenzione del turismo interno e internazionale, quei territori legati al mondo dei motori per merito imprenditoriali, sportivi, culturali, industriali, storici – ha spiegato Lucia Bursi – delle 26 città italiane,da nord a sud della penisola,toccando dieci regioni,che fanno parte di questa Rete. Adesso si tratta di promuovere il progetto oltre i confini nazionali, creando connessioni con altre realtà europee per dar loro una dimensione internazionale. Funzionale a questo traguardo è l’attività svolta da Tecla,associazione di Enti locali attiva nell’ambito della progettazione europea”.

Abbiamo già individuato e contattato diverse città – ha aggiunto Mario Battello, direttore di Tecla – che presentano una tradizione motoristica simile a quella di Maranello e di altre città nella rete. Vogliamo strutturare sempre di più questo progetto a livello europeo. L’incontro di Bruxelles col presidente Pittella rappresenta un’interessante vetrina proprio in quest’ottica“.

 

MM