La sedicesima edizione dell’Asimotoshow, l’evento di moto storiche per eccellenza che si svolgerà presso l’Autodromo di Varano de’ Melegari (Parma) dal 12 al 14 maggio, ha già battuto ogni record precedente. Saranno 740 le moto in pista che diventeranno oltre 1000 con quelle in esposizione nel paddock, in arrivo 490 partecipanti da 17 nazioni.

La grande kermesse a due ruote, con ingresso gratuito, organizzata dall’Automoclub Storico Italiano (presenti 71 club federati), permetterà al pubblico di ammirare, in movimento, motociclette di tutti i generi e di tutte le epoche, dalle antesignane dei primi del ‘900 a quelle da competizione degli anni ’80 e ’90, dalle moto che hanno fatto la storia ai prototipi più rari. Tra le novità i “100 e più” ciclomotori da 50 cc. e per i collezionisti la Bianchi 500 compressore del 1938, un pezzo unico al mondo.

Numerosi anche quest’anno i campioni del mondo del passato presenti in sella alle loro indimenticabili motociclette a partire da Giacomo Agostini, 15 titoli iridati tra 350cc e 500 cc. Oltre a lui Carlo Ubbiali, Eugenio Lazzarini, Pier Paolo Bianchi, Luca Cadalora, Carlos Lavado e tanti altri, per un totale annunciato di 40 protagonisti, domenica, della ormai leggendaria Parata dei Campioni.

Per Andrea Carra, delegato di Città dei motori per il Comune di Varano de Melegari e consigliere d’amministrazione dell’autodromo “Asimotoshow è il più importante evento dedicato alle moto d’epoca in Europa e si contraddistingue rispetto a manifestazioni simili, grazie alla sua vocazione prettamente pistaiola. Per questo invitiamo tutti gli appassionati in questo angolo di Emilia Romagna dove Food Valley e Motor Valley si incontrano“.

 

MM