Antonino Borzì, sindaco di Nicolosi, non ha dubbi: “Il successo della rievocazione della storica Cronoscalata ci obbliga a impegnarci affinché la gara torni a vivere già dal prossimo anno”. La Catania-Etna, infatti, non è più una competizione sportiva, ma Nicolosi non ha intenzione di lasciarne sbiadire il ricordo nel tempo. Sabato 19 settembre, la nona tappa di “Velocità e Lentezza”, il tour di Città dei Motori per Expo che da gennaio fa tappa nei comuni della Rete al motto di ‘Motori e Tipicità Made in Italy”, ha reso omaggio alla storia della competizione siciliana in occasione della seconda edizione della rievocazione. Partita nel 1929 e protrattasi fino al 2010, quando fu sospesa per motivi di sicurezza in seguito all’incidente del pilota Rocco Russo, la Catania-Etna ha conquistato nelle sue 65 edizioni un posto unico nella tradizione motoristica del Bel Paese. Ieri come oggi, il comune etneo, in collaborazione con la Scuderia Targa Florio, organizzatrice dell’evento e presieduta da Michele Miano, ha accolto appassionati, ex piloti e collezionisti d’auto sportive per celebrare non solo la tradizione motoristica, ma anche quella enogastronomica, paesaggistica e monumentale, in pieno stile “Velocità e Lentezza”.

“Negli Anni ’50 e ’60 – spiega Borzì – la Cronoscalata collocava Nicolosi al centro dell’attenzione nazionale ed estera. La competizione non ha perso appeal negli anni, perché anche cinque anni fa, durante l’ultima gara, abbiamo registrato la presenza di più di 100mila visitatori. La manifestazione dei giorni scorsi– conclude il sindaco – è stata occasione di dibattito con gli attori interessati al rilancio della gara sportiva, primo tra tutti Anci”.

Anche l’assessore allo Sport Giuseppe Di Mauro ha in mente lo stesso obiettivo: “Sessanta equipaggi hanno raggiunto prima Pergusa, poi Nicolosi, dimostrando che la Cronoscalata non può rimanere un ricordo né per gli sportivi, né per i cittadini, né per gli operatori economici del territorio che dall’evento traggono visibilità e opportunità”.

Presente alla kermesse di sabato, anche il sindaco di Catania e presidente del Consiglio Nazionale Anci Enzo Bianco. “La Cronoscalata era uno degli appuntamenti preferiti da quella generazione romantica che ha fatto la storia dell’automobilismo” ricorda il primo cittadino. “La rievocazione non è solo un momento di nostalgia, ma una risorsa per promuovere l’intera ricchezza del territorio e sensibilizzare, grazie alla collaborazione con la Polizia di Stato, ai temi della sicurezza stradale”. Bianco, infine, assicura l’impegno di Anci anche per l’edizione 2016 della Cronoscalata, perché i risultati delle attività di promozione territoriale di AnciperExpo2015, (il tour di cui Velocità e Lentezza fa parte), sono ormai tangibili: “Il lavoro ha dato i suoi frutti, permettendo una crescita del turismo in una buona parte dei comuni che vi hanno aderito”.

Chiara Ingrosso

 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close