Attività di formazione e informazione sulla sicurezza stradale rivolte alle comunità locali e soprattutto alle scuole; azioni di promozione e valorizzazione del territorio attraverso il ‘mototurismo’: sono alcuni dei punti di un protocollo d’intesa che l’associazione Anci Città dei Motori e la Federazione motociclistica italiana hanno sottoscritto oggi a Roma nella sede dell’Anci.   Il protocollo avrà una durata triennale e prevede l’avvio di attività congiunte di comunicazione e interscambio informativo.
Tra le finalità: la sicurezza stradale, attraverso iniziative rivolte alle scuole, per promuovere i temi generali della cultura della responsabilità, della convivenza civile sulle strade e della sicurezza; il mototurismo, grazie a un progetto organico finalizzato a promuovere il turismo su due ruote, coniugato alla fruizione del patrimonio paesaggistico, storico e culturale locale, con attenzione particolare alla storicità dei luoghi; la valorizzazione e la tutela del patrimonio motociclistico italiano, con riguardo ai marchi nazionali, attraverso iniziative come convegni, mostre, raduni e manifestazioni sia a carattere storico che sportivo.
“Si tratta – spiega il presidente Città dei Motori, Riccardo Mariani – di un’alleanza strategica sul settore motoristico con temi legati alla sicurezza stradale e alla promozione territoriale, con le diverse sottocategorie, da sviluppare. D’altronde Città dei Motori e Fmi si occupano, attraverso angolature diverse, degli stessi temi e hanno a cuore i medesimi obiettivi”. “Lavorare in sinergia con Anci Città dei motori – ha dichiarato il presidente Fmi Paolo Sesti – è un obiettivo importante per la Federazione Motociclistica Italiana, da tempo impegnata sui temi dell’educazione stradale. Questo Protocollo d’Intesa è un nuovo punto di partenza per un approccio sistematico alla sicurezza dei motociclisti sulla strada, ma anche allo sviluppo del turismo in moto e alla tutela dei mezzi storici che, sono convinto, porterà alla realizzazione concreta di progetti molto interessanti”.

Chiara Ingrosso

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close